Index - Lingua
A ferruvia di a piana urientale corsa  
 
 
A ferruvia di a piana urientale corsa

Ponti e porzioni di ponti

 

Vestigia   Interramenti
 
 

Le vestigia più evidenti dell’antico treno della costa orientale sono i ponti e le loro relative porzioni che attraversano numerosi corsi d’acqua in questa fascia costiera.

I ponti di maggiori dimensioni sono stati realizzati con una combinazione di pietre per le rampe e i piloni, e di acciaio per le sezioni centrali.

I più piccoli, invece, con dell’acciaio temperato. In generale, questi ponti sono stati dotati di stazioni di pompaggio dell’acqua per la loro costruzione.

L’attraversamento sopra la Bravona, fiume di rilevante importanza, costruito tra le antiche stazioni di Bravone e Tallone di fronte ad Aléria, è costituito da due ponti uno di seguito all’altro, con una data di costruzione intorno al 1886.

 

Il ponte principale sopra il letto del fiume è in acciaio graticolato, ben conservato. Andando un poco più a monte, troviamo un ponte lungo e regolare dotato di doppie travicelle d’acciaio, come passaggio per un’eventuale inondazione.

Nella zona compresa tra Ghisonaccia e Solenzara si trovano due ponti in acciaio nel contesto di un paesaggio di grande bellezza, attraverso i letti dei fiumi Abatesco e Travo.

Questi ponti sono stati costruiti nel 1925 da l’Entreprise Dayde de Paris, e ancora oggi ce ne offre testimonianza una placca « ETABLISSEMENTS DAYDE PARIS – 1925 » sistemata agli estremi dei ponti stess

Questi antichi ponti ferroviari vengono oggi utilizzati per il normale traffico stradale.

 

Ponte sopra la Bravona, edificato nel 1886

 

 

Ponti e loro porzioni | Interramenti | Strade scavate | Tunnel di Fautea | Edifici | Nomi delle stazioni
__________________________________________________________________________________________

Storia | Vestigia | Materiali | Carte geografiche | Tratte | Oggi | Foto | Diaporama
Attualità | Forum | Stampa | Salvataggio-file | CD-Rom | Collegamenti | Contatti | Fonti | Mappa del sito | Lingua